politica

Ancora sulla riforma della scuola e non solo: il tema degli incentivi

Ritorno nel dibattito sul DDL di riforma della scuola del governo, do per scontato che si sia letto il post , per sottolineare un punto della “filosofia” che sottintende alla riforma che mi pare assai carente per capacità di analisi della realtà.

Un caso di uso "politico" dei social?

Ieri ho partecipato ad una interessante e "strana" discussione su fb. Antefatto: in questi giorni dei gruppi su fb, aperti e chiusi, stanno raccogliendo firme contro il ddl di riforma della scuola, tra l'altro e' stata inviata una lettera aperta al Presidente Mattarella a firma dei piu' numerosi gruppi.

Un articolo di Picketty

Pubblico una scansione dell'articolo di Picketty comparso sulla Repubblica del 30 marzo 2015

 

"Perchè le classi popolari voltano sempre più le spalle ai partiti di Governo?

La scuola come Panopticon

Il dibattito sul DDL di riforma della scuola proposto dal governo Renzi è un esemplare modello di quella che è la società che si tenta di costruire.

Il Manifesto di Chelsea

Dentro ognuno di noi che leggiamo, che abbiamo studiato, che svolgiamo un lavoro intellettuale, che abbiamo letto la Repubblica di Platone si nasconde “un meritocrate”. Inseguiamo il sogno di una società in cui i “migliori” governino, in cui i “mediocri” o i “pessimi” non possano assumere ruoli di rilievo da cui fare danno. Una società in cui sia dato a ciascuno secondo i suoi meriti, in cui la nascita, la raccomandazione, la rendita e, persino, la fortuna, non costituiscano percorsi di vita “truccati”.

I MERITOCRATI

L'irrompere di Matteo Renzi nel quadro politico italiano ha suscitato molte riflessioni, anatemi e speranze. Un aspetto, che mi sembra trascurato dai più, è che, a supporto della sua ascesa ed intorno a lui, si sono collegate delle persone che più di ogni altra figura appartengono alla sua “narrazione” politica: i meritocrati.

Sul rapporto tra Democrazia e Socialismo. Un documento fondamentale:il carteggio Bobbio-Ingrao

In questi giorni si è svolta un'interssante discussione su facebook con amici che stimo.

UNA MODESTA PROPOSTA PER I CENTRI DI RACCOLTA DIFFERENZIATA

Questa mattina, come faccio regolarmente, mi son recato al Centro per la Raccolta Differenziata di Tremonti per portare i miei rifiuti: carta, vetro, plastica, materiale elettrico.

Grande fila, due soli addetti, gentilissimi, che sbrigavano l'attività ed un piazzale piccolissimo per parcheggiare e scaricare il materiale per la pesatura.

Svalutazione fiscale

Spesso leggo da comuni mortali, ma anche da economisti affermati, che uno dei problemi, italiani ed europei, è che gli stati non posseggono più la sovranità monetaria e, perciò, non possono affrontare eventuali gap di produttività con svalutazioni competitive che rendano appetibili i loro prodotti sui mercati esteri (export). Il problema sarebbe che così il saldo commerciale (importazioni- esportazioni) diventa negativo, come a dire che ricchezza interna va all'estero per pagare il di più che si importa.

Il Piano per la scuola del presidente del Consiglio: LA BANCA ORE

 
Questo è un argomento, apparentemente, minimo, ma il diavolo si nasconde nei dettagli

Pagine

Abbonamento a politica